giovedì 16 aprile 2009

Oggi

Oggi cos’è per me?

Sulla punta delle dita i calli della dolcezza che prudono

Attorno al cervello il velo della mitezza che offusca

E sullo stomaco un pugno continuo di rancore letale che senza antidoto affonda e sprofonda

Oggi

Sono

Stanca

E so che non è per me, e so che dipende da chi indifferente spara e, di più, trapassa.

Mi chiedo perché e da dove iniziare a estirpare, ma proprio allora arriva l’affondo.

Chi punta dita e usa lingua acuminata sul male altrui, con malvagità o rancore o livore o che so, è solo desiderio di eroismo infine capisco.

Mania di protagonismo, vittimismo, egocentrismo, patologico egoismo.

Donne che non so come abbiano imparato l’arte del lisciarsi il capo da sole, senza capire che quella bava troppo simile a veleno le distingue dalle altre rasandogli il cuore a zero.

Uomini con l’ultima parola tra i denti, a sputarla fuori quando l’occhio non incontra l’accusato, e io che mi mischio e resto comunque sola.

A cercare di capire come evitare,

a cercare di capire come posso, ogni volta,

ricominciare.

Uno stampo nella mente come fotocopia del nero momento passato, si riprende come sempre.



Hosted by RockYouPhotos.com

I diritti riservati sul testo, immagine reperita in rete.

4 commenti:

  1. Bella questa esposizione di pensieri che girano per la mente in un momento di rabbia e dolore a cui spesso però, pur ragionandoci sopra, non riusciamo a capire come possano esser dette certe cose che a sentirle ci trafiggono il cuore...

    Un abbraccio Tal e buona giornata.

    RispondiElimina
  2. Mi pare indubbio che sei disgustata (o ferita...), e incazzata nera.
    Li hai fatti una "munnezza". Brava!

    Dolce Tal (quando non sei furibonda) grazie per il tuo "ninna nanna a pioggia", un pensiero molto tenero.

    Di' un po'... come stai ora?

    RispondiElimina
  3. Da chi punta il dito e usa lingua acuminata sul male altrui...
    stiamocene alla larga e ben in guardia visto che c'è una grande epidemia.
    Fai un bel respiro e cerca di dimenticare l'accaduto e gli artefici... altrimenti vincono loro.
    Un abbraccio, mieleinfuso.

    RispondiElimina
  4. essere donne e' una missione!!!! diciamo che ho passato una Pasqua senza troppo...rumore, nn me la sono sentita di festeggiare piu' di tanto, un po' per la mia situazione nn certo da mille e una notte e anche perche' il pensiero di quelle persone che hanno perso tutto mi rattrista e mi fa impressione. spero la tua pasqua sia trascorsa in modo migliore!!! ciao buona serata!

    RispondiElimina

Ciao! E' apprezzato un saluto e un commento su quanto leggerai qui da me, positivo o no...è comunque un grande piacere ospitarti nel mio blog!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails