mercoledì 13 maggio 2009

Stupido cielo

Image Hosted by ImageShack.us

Una folata di vento, a rivelare una porzione di terra coperta di fango e sotto il fango una pagina di libro. Esso è impuro, licenzioso e scurrile. Il foglio in questione, di cui si legge proprio niente, è nascosto agli occhi e alla morale altrui.

Ma a me giungono dei lamenti. Un singhiozzo segue un altro, un naso che tira, una voce bambina che lamenta dolore. Ella biascica e nenia parlando al vento, pulisce il labbro dal muco col polsino e intirizzita cammina e a tratti saltella. Cerca qualcosa, per terra e tra i cespugli di lentischio, fruga con le mani per esplorare e disperatamente riuscire a trovare. I rami bassi le frustano il capo, le ortiche pungono le dita, il freddo gela le sue lacrime. Finalmente si ferma, la bambina, trova qualcosa.

Io la osservo da quassù.

A causa della distanza non vedo abbastanza bene, ma se provo e allungo lo sguardo forse un po’ qualcosa distinguo. Lei si china col sorriso, spazza il fango velocemente, raccoglie l’essenza della gioia che senza fortuna purtroppo si spezza. Si frantuma quel foglio, la parte grande resta attaccata al fango, quella piccola la bimba la stringe in mano. E mentre riflettono, i suoi occhi, un pianto quasi atteso e consueto, mentre palpita il cuore nell’irreparabile futuro che si appresta ad avvenire e il fiato le si spezza, solo allora capisco.

E’ una bambina col cuore di fuoco, ragazza quasi interamente donna che scrisse un diario di sussurri e sospiri, adulta da quel giorno che senza domande ha donato senza dubitare tenendo per se mille attimi di ricordo carnale.

Io non posso staccare questo mio spirito all’aria, mia maledetta e tremenda prigione. Non posso tenere il braccio possente che scaraventa la propria mano sul viso della bimba affranta o fermare l’uomo che punisce con l’ingiuria il suo tentativo di ritrovare la confidenza fatta alla carta. Le intimità scoperte e prestamente occultate da volontà familiare, sono motivo di vergogna e infamia. Le lacrime solo ora vengono confessate, mentre l’esile corpo in cui ancora guizzano i baci e gli odori del sesso rievocato, viene straziato di sangue e percosse a ripristinare la regola del controllo animale.

Son legato a questa pace, spaventoso paradiso, sono costretto a non agire, terribile eliso.

Stupido cielo! Anniento la mia essenza rinnegando il tuo asilo perché bramo consistenza materiale, che io finalmente possa far della giustizia reazione naturale!

Image Hosted by ImageShack.us

GiorgiaM*Talamasca

I diritti riservati sul testo, immagine reperita in rete.

13 commenti:

  1. Scrivi cose stupende.
    Mi tuffo nei tuoi scritti e divento i tuoi occhi su quel diario e poi...ancora divento lo stupido cielo che a me, appare meraviglioso come la tua anima.
    un bacio.

    RispondiElimina
  2. Dalle tue parti non si impilano e allineano arance,al contrario la poesia tramite i tuoi racconti è sempre piacevole.

    Ciao Giorgia,il secondo nome di mia figlia,complimenti!!

    Ai tuoi genitori,naturalmente.

    Notte,Ivo

    RispondiElimina
  3. Bello quest'altro tuo racconto Tal anche se lascia l'amaro in bocca perchè spesso il cielo rimane solo a guardare quello che accade sotto ai suoi occhi.

    Un saluto e buona giornata.

    RispondiElimina
  4. Il primo premio è stato assegnato a Goccia che come tecnica ha usato l'acrostico (che fino a pochi giorni fa non sapevo nemmeno cosa significasse) però devo dire che anche a me era piaciuta la genialità della poesia di Goccia e tutti gli altri secondi a pari-merito.

    Un saluto Tal!

    RispondiElimina
  5. will smith piace moltissimo anche a me, fin dai tempi di willy il principe di bel air.
    buona serata tal

    RispondiElimina
  6. Buongiorno Tal, un saluto per una buona giornata!

    RispondiElimina
  7. ciao Giò,
    quindi hai muratori in cortile? Stai costruendo il laghetto forse?

    RispondiElimina
  8. Ciao Giorgia!
    Quello che scrivi è sempre molto suggestivo, ma questo lo sai già perché te lo dico spesso:).
    Passo per augurarti un buon sabato sera... un abbraccio.

    RispondiElimina
  9. Fai bene a temere un eventuale contatto alieno,con tutta probabilità saremmo considerati cavie o poco più,con tutto ciò è complice la cinematografia hollywoodiana,ha descritto così gli indiani,i tedeschi,i vietcong,da poco gli irakeni,i talebani e gli iraniani sono le ultime news...gli alieni non potevano avere miglior sorte.

    Potrebbero stupirci,chissà??

    Buon fine settimana a te,Giorgia

    Ivo

    RispondiElimina
  10. ciao tal,
    passata una bella domenica? io sì!
    buona serata

    RispondiElimina
  11. Buongiorno Tal e buon inizio settimana.
    ..... io abbastanza ok la mamma ogni tanto in questo periodo sta andando un pò in tilt sarà sicuramente per il caldo che è arrivato tutto insieme ed è già abbastanza elevato, spero solo che la mamma si stabilizzi al più presto altrimenti vado fuori di testa anche io ....ahahah!!!

    Un saluto e buona gioranta.

    RispondiElimina

Ciao! E' apprezzato un saluto e un commento su quanto leggerai qui da me, positivo o no...è comunque un grande piacere ospitarti nel mio blog!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails