sabato 1 agosto 2009

Scrissi troppo presto

Hosted by RockYouPhotos.com

Parlai col tuo spirito di quando sarei nata

Poi scrissi e scrissi di mare, oceani d'amore e orizzonte smisurato

Parlai e parlai di tramonti infiniti, spazi di cuore e immense profondità

Mai pensai di usare quel filo di ragno che è il desiderio

Quello da me leccato e tessuto, irrobustito e poi logorato

Prima ben conservato, poi dimenticato.

Solo dopo scrissi di quell’intrico di sogno,

creando un disperato profondo pasticcio

Imbrattai di confusione i miei sensi, ingarbugliai la volontà,

soffocando la determinazione di fuoco sesso fuoco sesso passione…

Solo allora scrissi di quella desolazione, mentre oggi marchio il vuoto di intenti spenti

Scrissi dentro me, parlai solo a me, incisi in me la mia inespressa ambizione


Ti conobbi nel pensiero ancor prima di iniziare a pensare

Scrissi troppo presto, prima di imparare ad amare.

Image Hosted by ImageShack.us*Tal*Image Hosted by ImageShack.us

I diritti riservati sul testo.

4 commenti:

  1. un'estate di grande ispirazione, post molto intriganti...GiòStyle direi.

    Buongiorno Perla Sarda :)

    come stai, trascorso un buon fine settimana?

    RispondiElimina
  2. Buona notte o giornata a te cara Giorgia,appassionante poetessa e amica del web.

    Un abbraccio chiarificato!!!

    Ivo

    RispondiElimina
  3. Prima di vivere
    sentii
    Prima di sentire
    anch'io avevo
    scritto
    e la vita scritta
    ha forza di realtà,
    più ancora
    della reale quotidianità
    Cristiana per Giò

    RispondiElimina
  4. Questi tuoi versi sono come un viaggio nella consapevolezza che da fanciulla porta versa l'età adulta.

    Buongiorno Tal un abbraccio per questa nuova giornata.

    RispondiElimina

Ciao! E' apprezzato un saluto e un commento su quanto leggerai qui da me, positivo o no...è comunque un grande piacere ospitarti nel mio blog!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails