sabato 12 settembre 2009

L'influenza dei porci

Leggete, è molto interessante!

http://www.byoblu.com/post/2009/09/11/Linfluenza-dei-porci.aspx

"Come tutti gli anni, anche quest'anno arriva l'influenza. Come tutte le influenze darà febbre, mal di testa, dolori muscolari, nausea, diarrea e tosse. Le influenze possono uccidere. Lo fanno in rari casi, quando colpiscono individui molto debilitati, che soffrono di patologie croniche o che hanno malformazioni organiche. A differenza delle solite influenze, tuttavia, l'influenza di quest'anno uccide molto meno: il tasso di mortalità è dello 0,3% in Europa e dello 0,4% negli USA. In Gran Bretagna, su oltre centomila casi, ci sono stati 30 morti. Negli States, su un milione di casi, sono decedute 302 persone. In Argentina 350, in Cile 128 e in Nuova Zelanda 16. In tutto il mondo, alla fine dell'inverno australe, si parla di circa 2500 morti.

Solo in Spagna, di comune influenza ogni inverno ci rimettono la pelle fino a 3000 spagnoli, circa mezzo milione di persone in tutto il mondo. La malaria miete ogni anno milioni di vittime. La diarrea uccide oltre 2 milioni di bambini all’anno in tutto il mondo: con 25 centesimi a testa si potrebbero salvare. Troppo pochi. La polmonite e altre amenità, curabili con vaccini altrettanto economici, fanno fuori 10 milioni di persone all’anno. Sono numeri ai quali nessun giornale dedica la prima pagina. Invece, 2500 morti in tutto un inverno sono un problema di cui far discutere tutto il mondo.

La definizione di pandemia è stata modificata. Una malattia pandemica, prima, era tale solo se aveva un elevato tasso di mortalità. Ora questo requisito è scomparso. Così, la A/H1N1 può dare i natali alla sua personalissima pandemia. Felicitazioni!
Nel 2005, l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, prevedeva 7 milioni di morti per l’aviaria. Ce ne furono solo 262. A fronte di un errore così macroscopico, nessuno ha dato del ciarlatano all’OMS. Nessuno l’ha denunciata per procurato allarme. Ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale. In compenso, la Roche vendette milioni di dosi di Tamiflu, un antivirale di dubbia efficacia, ai paesi asiatici. Lo stesso governo britannico ne comprò 14 milioni di dosi. Non si sa mai…

Il Tamiflu è brevettato dalla Gilead Sciences, un’azienda biofarmaceutica che inventa, sviluppa e commercializza nuovi farmaci terapeutici. Ha sede a Foster City, in California, ma opera anche nel Nord America, in Europa e in Australia. il 3 gennaio 1997 ne assume la direzione Donald H. Rumsfeld, lo stesso Rumsfeld che nel 2001 abbandona l’esecutivo per servire Bush come segretario della Difesa e invadere l’Iraq. Lo stesso Bush che nel 2005 tira fuori dal cappello oltre 7 bilioni di dollari di fondi per l’emergenza dell’aviaria, oltre il 14% dei quali andarono proprio alla Gilead Sciences per aggiudicarsi scorte di Tamiflu. Nel NASDAQ, la Gilead compare come GILD. Rumsfeld, che detiene quote della GIlead di valore compreso tra i 5 e i 25 milioni di dollari - Insider Trading? - vende il brevetto del Tamiflu, che è composto basilarmente di anice, alla Roche. La Roche fa incetta di oltre il 90% della produzione mondiale di anice. Nel 2006 Bush emana il Pandemic Influenza Strategic Plan, grazie al quale vengono accatastate dosi massicce di antivirali per combattere future pandemie H1N1. L’80% di questi antiviarali sono Tamiflu: 731 milioni di dollari di parcella (al cambio del 2006).

Il vaccino per l’A/H1N1 ha come principio attivo l’Oseltamivir, distribuito da Roche sotto il nome di Tamiflu. Una prima fornitura di 500.000 dosi è già arrivata in Italia. L’Agenzia europea del farmaco non ha ancora dato la sua autorizzazione. Non appena arriverà l’OK, dice il viceministro della Salute Fazio, partirà la campagna di vaccinazione di 8,6 milioni di italiani."

9 commenti:

  1. Eh sì... Purtroppo hai ragione.
    Case farmaceutiche, politici e giornalisti si stanno dando un gran da fare per infondere il panico e indurre all'acquisto del vaccino.
    Ma non dobbiamo essere maligni e supporre che lo facciano per business... poverini...
    STANNO LAVORANDO PER NOI!
    :DDDDDDD

    Bella Talamasca, invidio la tua veranda aperta... I profumi rendono indelebili i nostri ricordi. Da piccola abitavo in una casa con giardino, e la parete della casa era interamente coperta da roselline...
    Ciao piccola, un bacio.

    RispondiElimina
  2. Come sempre Tal, se ci sono degli interessi monetari sotto allora i media, sponsorizzati dalle case farmaceutiche, fanno di tutto per allarmare la popolazione e alla fine non si sa mai dove sta la verità, se questa nuova influenza sia veramente pericolosa o meno.

    Un saluto e buona domenica!

    RispondiElimina
  3. Che vuoi che ti dica! Che ci sono interessi è evidente...in ogni caso speriamo davvero che questa benedetta influenza sia una bufala dei media e delle case farmaceutiche.
    Ciao
    Hai partecipato all'iniziativa letteraria su "La cura" in Enjambement: ci sono notizie per te oggi e nei prossimi giorni sul mio blog.
    Cristiana

    RispondiElimina
  4. la cosa più assurda è che i media invitano ad evitare la psicosi quando sono proprio loro a diffonderla!!
    ciao tal!

    RispondiElimina
  5. il prossimo controllo sociale sarà gestito con i vaccini.

    Bravissima per il post bisogna fare quell'informazione omessa dai canali principali


    un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Come l'aviaria anche questa presunta pandemia si sta dimostrando una "bufala",penso che il gioco vada bene per le case farmaceutiche e la relativa produzione dei vaccini e per l'effetto mediatico.

    Fossi tra le categorie a rischio non farei sicuramente il vaccino,chissà cosa c'è dentro.

    Il clima qua pare già autunnale,il grigiore alterna tra qualche raggio di sole,ma la pioggia non è un problema.

    Sull'influenza quella si dei porci nei vari palpeggii sui mezzi di trasporto,ricordatevi che esiste la molestia sessuale,non bisogna avere timori.

    Buon week end a te,spero che tu stia bene,un abbraccio Ivo

    RispondiElimina
  7. Anche io ultimamente sto poco sul web... la mamma sta bene però richiede più attenzioni di prima, ormai bisogna starle dietro dietro, passo per passo.

    Un abbraccio Tal e buon fine settimana!

    RispondiElimina

Ciao! E' apprezzato un saluto e un commento su quanto leggerai qui da me, positivo o no...è comunque un grande piacere ospitarti nel mio blog!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails