lunedì 1 marzo 2010

Con la mano


Ricordo qual’era la sua abitudine, prima di agguantarmi e stringermi a se levandomi ogni volontà cosciente. Poi, come potete immaginare, non mi rimaneva da pensare proprio a niente. Si strofinava la fronte con la mano sinistra, oltre il senso di tutto, al di là di ogni azione successiva, strofinava la sua testa bella e altera come si fosse trattato del suo cazzo. Che in quei momenti, diciamolo, anelava desiderava bramava…esser strofinato, stretto strizzato leccato mangiato. Eppure lui si portava la mano virile alla fronte larga e scura e bella, e strofinava. Niente di più né di meno. Dopo di che fiondava entrambe le sue mani su me, bramendo le mie braccia stringeva forte e mi trascinava a se. Talmente forte da farmi sbattere i seni sul suo petto duro, poi risaliva sulle mie spalle e mi strusciava forte…a se. Com’è ovvio, io restavo così come stavo. Già non capivo più niente, quando scendeva sulla mia schiena alitandomi alle orecchie cose strane cose incomprensibili o forse solo pensate. Da me. Per forza non riuscivo a capire, ero ottenebrata da quel suo…strofinare. Ma non la sua testa, ora parlo del suo corpo nel mio, del suo cazzo nel mio…corpo, il mio corpo col suo cazzo, non so se mi spiego. Normale, direte voi, consueto e noioso, abbastanza direi, ma…lui taceva. Taceva e non respirava. Quando oramai il mondo era lontano e la percezione reale era divenuta cosa fantastica, quando tutta la materia era solo pelle soda e membra tornite e peli virili e…lingua sulla mia, sulla mia sì sulla mia…

Quando tutto era lui, che non vedevo e non parlava. Tuttavia le sue mani erano sulla sua fronte e poi su di me, a scorrermi sulla schiena e a respirare, almeno così diceva la mia mente. Veniva ogni notte quando il buio copriva mezzo mondo, silenziosamente calava sulla terra dalla mia parte. Senza timore si presentava a me e mi saziava, mi accontentava…ma ora mi dicono che non era vero. Che non è mai esistito, non c‘è mai stato. Adesso in clinica devo curare il mio sonno, lo devo stimolare indurre ad arrivare…come prima facevo con lui che, secondo me, veniva per davvero…

*Giò*Talamasca*


Diritti miei su quanto scritto.

16 commenti:

  1. è la percezione che ne hanno gli altri che fa di cose per noi verissime cose irreali
    se c'è qualcuno che viene di notte e mi fa sentire così
    chissenefrega se non è reale?
    :-)))
    che bel bel bel bel post fanciulla delle farfalle
    mi piace quando sei cruda senza mai essere volgare
    :-)mandi e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  2. Mi fa piacere che ti piaccia, Athena ^__^
    per fortuna sn riuscita a non cadere nella volgarità, allora...a presto

    RispondiElimina
  3. Un fase onirica ad alto contenuto erotico...e che delusione svegliarsi e prendere coscienza che è stato solo un sogno, ma un sogno talmente tangibile da essere quasi reale... forse per la mente lo è stato.
    Un saluto Tal e buon Marzo!

    RispondiElimina
  4. Fortunatamente a quest'ora il mio testosterone risulta alquanto pigro,anche se leggendo il tuo racconto,qualche segno di risveglio c'è stato.

    Brava,senza andare oltre le righe,hai creato un racconto assolutamente coinvolgente e pieno di energia.

    Sono affascinanti i colori dell'India,una festa,una tradizione dell'intera popolazione,sicuramente avranno dei prodotti per decolorarsi.

    Notte,intensa e appassionante fanciulla

    Ivo

    RispondiElimina
  5. Ciao Tal ,mi è piaciuto questo post ,il sottile velo tra fantasia e realta' ,molto spesso il desiderio è tale da far si che sia cosi fortmente voluto che sembra vero e se fa star bene allora tanto meglio .

    Baci baci
    Kicca ^__^

    RispondiElimina
  6. Sperando in un tempo un pò più clemente ti auguro buon fine settimana Tal!

    RispondiElimina
  7. A proposito del povero immortalato nella foto e diventato una star del web.
    Purtroppo in questo sconfinato pianeta esistono moltissime aree poverissime,e in alcuni casi sempre più diffusi i medesimi poveri fanno parte delle aree molto ricche,è la mostruosa realtà umanitaria,forse per lavarsi l'anima il web se ne occupa un tantinello ipocritamente,dalle nostre parti è stato pubblicato solo per la singolare situazione,la quale pare spopoli su facebook.

    Un bacio,

    Ivo

    RispondiElimina
  8. VOTE IN MY BLOG FOR YOUR FAVORITE DESIGNER!!!!

    RispondiElimina
  9. Ciao Cara, Io parlo un pó d‘italiano e capisco molto bene.

    BACCIONE

    RispondiElimina
  10. XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

    Hello Friend, I love love love your blog, it‘s very interesting!!! I really like your style!! i‘ll visit you many times for sure honey.

    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

    RispondiElimina
  11. I‘d like to invite you to visit my fashion blog:

    http://www.mydarlingbubu.com/

    Thank you :). KISSES FROM SPAIN

    •••HAVE A NICE WEEKEND•••

    RispondiElimina
  12. buon inizio settimana fanciulla delle farfalle
    :-)mandi

    RispondiElimina
  13. Ciao Giorgia sei la mia amica speciale,ti auguro di vivere il rispetto e la serenità non solo nella giornata simbolica dedicata a tutte voi.

    Un bacio,

    Ivo

    RispondiElimina
  14. Qui nevica da ieri ma fortunatamente non attacca,quando arriva la primavera?

    Buona notte a te cara,

    Ivo

    RispondiElimina
  15. Buongiorno Tal, un saluto e buon fine settimana!

    RispondiElimina

Ciao! E' apprezzato un saluto e un commento su quanto leggerai qui da me, positivo o no...è comunque un grande piacere ospitarti nel mio blog!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails