lunedì 5 luglio 2010

Ore già date



Le mie ore più buie

son passate a scribacchiare

a dondolare da parola a balbettio

tra vocale e consonante

un gemito acuto di sangue corale

Le mie notti sono cieche

in bilico mi tentennano su nervi tesi

scrutando l'eventualità,

la possibile occasione arsa nel respiro del già dato

vissuto e accantonato.



GiorgiaM*
I diritti riservati sul testo, cioè "non copiare".

5 commenti:

  1. Bella intensa e profonda questa tua lirica di riflessione sulla vita.

    Un abbraccio e buona giornata Tal!

    RispondiElimina
  2. Buon week-end Tal... un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Ho letto anche le altre che hai segnalato in basso nel post e sono tutte bellissime ,mi e sempre piaciuto il tuo modo di scrivere .

    ti ho ritrovataaaaaaaaaaaaaaaaa :)
    buon week end
    baci

    p.s. colpa mia devo aggiornare il link :P

    RispondiElimina
  4. La passione della scrittura e nel raccontare il proprio stato d'animo risulta faticoso,almeno nel mio modesto scrivere qua e là nella rete,se poi dovessi impegnarmi in un libro,non ne uscirei vivo.

    Ciao Giorgia dall'animo particolarmente sensibile.

    Ivo

    RispondiElimina
  5. Complimenti per il blog, davvero bello e ricco di emozioni. Mi ritrovo in molti dei tuoi gusti, come posso evidenziare qui a destra.
    Ciao, Roberta Volpi

    RispondiElimina

Ciao! E' apprezzato un saluto e un commento su quanto leggerai qui da me, positivo o no...è comunque un grande piacere ospitarti nel mio blog!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails