domenica 11 luglio 2010

Poesia

Poesia

è un balbettio dell'animo

un sospetto

intuizione di pensiero

è verità di vita

poesia

è un urlo che spruzza sangue

un suicidio

lama che squarcia l'intuizione

è profana e ria

poesia

è oscura fantasia

imperscrutabile

nube arcana di verità narrata

è ermetica comprensione


follia

mi va lo devo dire di cercare di capire questa notte che non finisce bene un giorno di sole come tanti, mi va cercate di capire che le mie domande son sempre le stesse uguali medesime mitragliate dal cervello, mi va di piangere troppo spesso e non so perchè, non so a chi imputare l'effetto e quando lo so mi cuoce lo stomaco; mi vien da piangere; sabbia dura e scura, umida e partoriente alghe nere, sabbia compatta ed ermetica come cemento malleabile e frantumabile, mi vien da collegare un nome mi viene mi viene lo so ma non lo dico, se lo sussurro forse lui lo sente; il mare trasparente di quadrati turchesi e semoventi ondosi e sciacquosi, mare cristallino che riluce di conchiglia aranciata le mie unghie brillano i miei piedi affogano son felice son serena non par vero come volo se solo mi lascio andare se solo faccio finta di; l'orizzonte punteggiato di vele, scie spumose motori nell'aria rumori rombanti movimenti tremolanti e saettanti; oltre la linea dritta del mare c'è la baia è un golfo un seno grande e grosso, mostra monti scuri con ai piedi dune bianche come unghie, le mie unghie brillanti, sono colli di pelle chiara costeggiata di formiche e ombrelloni e pedalò; il cielo è compatto e poi screziato, nessuno lo nota; il sole è sereno o forse no; un senegalese s'accosta a me e racconta i suoi affanni soffocato dal carico di mille anni gli chiedo quanti ne hai? Indovina, quanti ne ho? Ma dai non lo so, forse ventiquattro o venticinque al massimo, perchè sei così bello avrei voluto dire hai denti tanto bianchi e occhi scintillanti e pelle d'ebano senza rughe, ma lui ride e precisa ne ho trentatrè, mi va di aggiungere che ne ha due meno di me che sto per compierli e con garbo che manca a tanti con cortesia che è deficienza di molti mi dice ne hai trentacinque? Strano non li dimostri; ora sorrido pensando a questo mi riempe il cuore, ma perchè io ce l'ho nello stomaco?, ricordare il suo tentativo d'esser educato, tanto che il pensiero peggiora la situazione; gli ho offerto un bicchiere d'acqua perchè era tanto stanco gli ho chiesto di bere per far pace col suo paese ma lui ha rifiutato si è alzato senza chieder niente se non due preghiere per fargli vender tanto.

E io allora perchè piango?

Follia

*GiorgiaM*

8 commenti:

  1. Hai un animo sensibile e non dai mai nulla per scontato,non vorrei essere nella tua mente,solo perchè dev'essere una centrifuga sempre in movimento.

    E' la sofferenza e la bellezza d'esser donna,molte di voi sono dei diamanti che emanano una luce molto brillante e tanta luminosità porta stanchezza,riposa amica Giorgia e sappi che ci sarà sempre chi ti apprezza.

    Ivo

    RispondiElimina
  2. * Grazie Ivo
    Devo dire che le tue parole sono come una medicina per me, perchè hai utilizzato un pò del tuo tempo a cercare di capirmi.

    RispondiElimina
  3. La poesia è un grido dell'anima ora lieve ora forte ma delle volte anche soffocato... la tua pesia non è follia è un groviglio di tutte queste emozioni che partono dalla tua anima per irradiare tutto quello che ti circonda.
    Auguri Tal Buon Compleanno!!!

    RispondiElimina
  4. Le foto inserite nel post di ieri sul mondo animale sono state prelevate da National Geographic e su Corsera.

    La stringa del giornale

    click

    Ciao cara

    Ivo

    RispondiElimina
  5. hello my friend! warm greeting ^^!
    your blog looks nice 0_0

    by the way,
    if you need to find BMX photos, you can go to our website.

    best regards;

    RispondiElimina
  6. Buon week-end Tal... un abbraccio!

    RispondiElimina

Ciao! E' apprezzato un saluto e un commento su quanto leggerai qui da me, positivo o no...è comunque un grande piacere ospitarti nel mio blog!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails