mercoledì 4 maggio 2011

Post-it rosso e nero



Penso a un letto semi sfatto che serba sospiri e pianti, sesso e dolore in una mattina di nubi pesanti che oscurano il giorno, mentre un ragazzo piange sfregando gli occhi ora che è rimasto solo a ripensare. Guarda il cuscino lontano posto di sbieco e le gocce di sperma a macchiarne la federa, ricorda i gesti e i movimenti di fantasia e voluttà, ma piangendo con amarezza stringe un lembo di lenzuolo tra le dita che forse porta ancora il profumo delicato di una donna sconosciuta mora e scura, dai denti bianchi e gli occhi neri, incontrata per caso. Ha chiesto solo un po’ d’affetto, voleva amore e sesso solo per farlo e sentire un abbraccio che odora d’uomo. Lui piange perché uomo non si sente, si è dato solo nel vedere una profonda solitudine dentro gli occhi di lei e credendo di far bene, ma ora sta male perchè, lui, uomo vero non è. Però si crede come lei, la vuole ritrovare.

*GiorgiaM*

2 commenti:

  1. Il colore è diverso. La scenografia è diversa. Ma ritrovo anche qui lo stesso Male di vivere col suo carico di angoscia e di dolore.

    RispondiElimina
  2. Grazie Tal.... un abbraccio!

    RispondiElimina

Ciao! E' apprezzato un saluto e un commento su quanto leggerai qui da me, positivo o no...è comunque un grande piacere ospitarti nel mio blog!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails